Creatina Monoidrato

Utile per favorire la prestazione ergogenica e la volumizzazione cellulare

Sconti a listino

Quantità Prezzo
1 - 24 8,00
25 - 49 14,00
50 - 99 12,00
100+ 10,00
Categoria:

Descrizione

Integratore di Creatina Monoidrato in polvere micronizzata di purezza farmaceutica utile per favorire i livelli energetici e la performance ergogenica generale durante l’attività fisica.
Utilizzata fin dagli anni 90 dai bodybuilders d’oltre oceano, la creatina è in realtà un supplemento in grado di promuovere molteplici benefici in ambito sportivo. Dalle attività di forza esplosiva come appunto il bodybuilding e powerlifting e fino ad arrivare a quelle di endurance tipo triathlon, ciclismo e altre, l’assunzione di questo tripeptide (molecola composta da arginina, glicina e metionina) può determinare aumenti prestazionali costanti nel tempo.

Integratore di Creatina Monoidrato: funzione muscolare e benefici

Se sei alla ricerca spasmodica dell’aumento di massa muscolare o più semplicemente vuoi ottimizzare livelli di forza ed energia in vista di una competizione agonistica, la creatina è sicuramente il supplemento più indicato per soddisfare le tue esigenze. Essa aiuta la prestazione ergogenica a 360 gradi attraverso differenti meccanismi riconducibili ad una migliore risposta della capacità contrattile dei muscoli. Risulta estremamente efficace negli sforzi fisici ripetuti, brevi ma particolarmente intensi.

Trattasi di una molecola non considerata essenziale autonomamente producibile dal nostro corpo negli organi fegato, reni e pancreas, fino ad un massimo di 1g al giorno. Condizioni di aumentato fabbisogno possono però verificarsi qualora si svolgano attività fisiche intense e/o costanti.
Una volta stoccata nelle cellule muscolari, la stessa tampona l’acidosi fungendo al contempo da fondamentale substrato energetico nell’approvvigionamento di ATP, composto chimico coinvolto in quasi tutti i processi metabolici deputati alla creazione di energia.

La creatina è quindi imprescindibile nel ripristino delle scorte di Atp quando si eseguono sforzi brevi e ripetuti coinvolgenti il metabolismo anaerobico alattacido.

Detto questo elenchiamo di seguito i principali benefici sportivi derivanti dal suo utilizzo, e quindi:

  • aumento della forza esplosiva nella pesistica e nei cento metristi, nuotatori e altri sport;
  • volumizzazione cellulare, quindi ritenzione dei liquidi intracellulari a favorire il pieno approvvigionamento nutrizionale da parte delle cellule stesse (l’acqua trasporta nutrienti) nonchè aumento del turgore e volume muscolare, effetto quest’ultimo molto ricercato dagli esteti e patiti della forma fisica. Ricordiamo che, al contrario di quanto spesso erroneamente affermato, la creatina non causa alcun problema di ritenzione idrica, ossia il trattenimento dei liquidi “al di fuori” della cellula che induce gonfiore e pesantezza;
  • massa muscolare, molti chiedono se la creatina possa realmente incrementare la muscolatura. Sebbene la risposta vada contestualizzata, gli effetti di questo importante supplemento dicono proprio di SI!. Tutto si fonda sul presupposto che una cellula maggiormente idratata è di fatto una cellula anabolica che sta in salute. Non è un caso che, in seguito all’utilizzo di creatina, si verifichi un minore catabolismo muscolare ed un contemporaneo incremento del bilancio azotato che è requisito essenziale per incrementare l’ipertrofia, ovvero la crescita muscolare.
  • performance di resistenza, sostenuta soprattutto dalla correlazione esistente tra assunzione esogena di creatina ed aumentati livelli di glicogeno. Secondo alcune ricerche scientifiche, l’incremento delle stesse scorte può variare dal +5% al +20%, non male per coloro che consumano grandi quantità di “carburante” durante l’attività sportiva.

Concludiamo con il nesso tra definizione muscolare e assunzione di creatina, argomento oggetto di dibattito tra gli esperti e cultori della forma fisica. Per coloro che vogliono sapere se la creatina vada bene in definizione, la risposta è SI!
Anche in questo contesto sono gli effetti indiretti del nutriente a generare beneficio quando vogliamo scolpire il nostro corpo. Se assunta durante le diete ipocaloriche dimagranti, ad esempio, può diminuire il catabolismo muscolare normalmente accentuato a causa di deficit calorico persistente. Inoltre può sostenere l’aspetto voluminoso attirando i liquidi internamente alla cellula così da permetterti di mostrare una definizione maggiore quando le percentuali di grasso si abbasseranno.

Come assumere gli integratori di creatina monoidrato in polvere

La dose indicata dal Ministero della Salute è di 3 grammi al giorno, da non eccedere. Nonostante questa indicazione, molti atleti o bodybuilder la assumono però seguendo due metodiche ben definite: fase di carico + mantenimento oppure fase di mantenimento continua. Questo accade perchè le fonti esogene di creatina non funzionano fin dalla prima assunzione ma necessitano di incremento delle concentrazioni di creatina e fosfocreatina per espletare tutti i loro effetti.

Il primo approccio, definito “carico bulgaro” perchè messo in atto dai pesisti bulgari fin dagli albori di questo integratore, prevede una prima fase di carico (15-20g die) di 7-14 giorni allo scopo di raggiungere la cosiddetta “saturazione muscolare” delle riserve di fosfocreatina. Successivamente si passa a dosaggi di mantenimento (3-5g die).

Il secondo prevede invece l’assunzione sempre delle stesse dosi ( 3-5g die) nel tempo.

Sicurezza della creatina monoidrato ed effetti collaterali

Se utilizzata correttamente seguendo le indicazioni delle Autorità Sanitarie, la creatina è da considerarsi integratore sicuro e ben tollerato. Alle dosi di 3 grammi al giorno, mantenendo un adeguato stato di idratazione, raramente si sono verificate reazioni avverse di tipo gastrointestinale (gonfiore, flatulenza e diarrea). Tuttavia, nei casi di patologia renale, epatica o di altro tipo, è sempre necessario il parere medico prima dell’utilizzo.